Premi In/Architettura 2020 – La Campania premia le sue migliori architetture

Premi In/Architettura 2020
La Campania premia le sue migliori architetture

Nonostante le limitazioni imposte dall’attuale emergenza sanitaria, i Premi Inarchitettura 2020 hanno comunque avuto il loro corso. E tra le altre regioni, anche per la Campania sono state espletate nei mesi scorsi le fasi di selezione delle numerose opere candidate.

La giuria composta da: Roberta Vitale (presidente), imprenditrice in rappresentanza di Acen, Pasquale Belfiore, presidente onorario di Inarch Campania, Carlo De Luca, presidente di Inarch Campania, Bruno Discepolo, assessore regionale al Governo del Territorio, Fabio Donato, fotografo, Gianluca Peluffo, architetto, Luigi Prestinenza Puglisi, critico di architettura, Massimiliano Rendina, vice presidente di Inarch Campania e Davide Vargas, architetto, ha individuato, tra 116 opere candidate, 12 realizzazioni particolarmente meritevoli, assegnando premi e menzioni.

Sin dall’inizio, quando sono stati avviati circa 58 anni fa, i premi In/Arch hanno sempre avuto l’obiettivo di promuovere il valore dell’opera costruita, quale esito della partecipazione di tutti coloro che, allo stesso modo, hanno contribuito alla sua realizzazione. I premi sono dunque assegnati non solo ai progettisti, ma anche ai committenti e alle imprese esecutrici.

Nell’ambito dell’iniziativa nazionale dei Premi Inarchitettura 2020, il Premio Regionale Campania, organizzato da Inarch Campania e Acen, ha ricevuto il patrocinio della Regione Campania e dei cinque Ordini Provinciali degli Architetti della Campania.

Le opere selezionate sono state suddivise nelle seguenti categorie: nuove costruzioni sopra i 5 milioni di euro (un premio e una menzione), nuove costruzioni sotto i 5 milioni di euro (un premio e due menzioni), interventi di rigenerazione urbana (un premio e una menzione), interventi di riqualificazione edilizia (un premio e una menzione), interventi progettati da giovani progettisti (un premio e una menzione), premi speciali dei partner (due premi).

A questi si aggiungono: il premio Bruno Zevi per la diffusione della cultura architettonica, assegnato dalla giuria ad una testata giornalistica che si sia distinta nell’attività di promozione e diffusione dell’architettura contemporanea. La giuria ha assegnato il premio a La Repubblica Napoli, con il caporedattore Ottavio Ragone. La giuria ha inoltre ritenuto di riconoscere un premio alla memoria a Fabrizio Carola, per la sua intensa attività progettuale, soprattutto in Africa, lasciando una traccia innovativa e duratura nell’ambito delle tecniche costruttive tradizionali. Per la carriera e l’enorme contributo di ricerca e sperimentazione architettonica, è stato assegnato il premio a Massimo Pica Ciamarra che, alla fine della cerimonia, terrà una lectio magistralis.

Nella piena osservanza delle limitazioni sanitarie, la cerimonia di premiazione dei vincitori si svolgerà a distanza sulla piattaforma Zoom lunedì 23 novembre dalle ore 15:30.
Per partecipare, attraverso la piattaforma Zoom, ci si può collegare al seguente
indirizzo: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_SxYj8oehScu_cxJQploMMg

La cerimonia sarà visibile anche in streaming sulla pagina Facebook di Archiportale.

Appena le condizioni lo permetteranno, si terrà una cerimonia in presenza con la consegna fisica delle targhe e degli attestati e una tavola rotonda sullo “Stato dell’architettura in Campania”.

I Premi Inarchitettura 2020 sono stati promossi da Inarch e ANCE in collaborazione con Archilovers.

Si ringraziano i partner dei Premi In/Architettura 2020:
BIPV meets history (Programma di Cooperazione Interreg V-A Italia-Svizzera), Listone Giordano, Vimar, Willis Towers Watson.
Lo sponsor: ConceptD di Acer, lo sponsor tecnico: Vectorealism e lo sponsor regionale Henry Glass.

Comunicato stampa Inarch Campania 2020